Danza Butoh

Danzare è pregare. Abbiamo accesso a tutte le presenze dentro, attorno e oltre al nostro corpo. Qui colleziono i miei articoli sulla Danza Butoh.

Wildflower Chant (performance)

/ 31 0

First public presentation

5th September 2017, Wildflower Chant public performance, Villa Thiene by Andrea Palladio (1542), Quinto Vicentino.

[ENG] This performance is about giving voice to our deep ritual roots. Worship is our way to reconnect to the universe. In this violent society, full of dualisms and categories that build boundaries, I do not care about words like man and woman, earth or sky, north or south. Devotion is a way of thinking beyond our bones and our skin. I see in my dreams a baby shaking shells and bones in its hands. Dreaming about flying wales, holding its breath sometimes like an old crow, sometimes like a young monkey. It was dancing to the abyss the wildflower chant.

[ITA] Questa performance affonda le sue radici nel rituale. La devozione è il nostro modo per riconnetterci con l'universo. In questo tempo di violenza, colmo di dualismi e categorie che dividono ed erigono confini, non m'interessano più parole quali uomo e donna, terra o cielo, nord o sud. La devozione è una visione del mondo che ci porta oltre alla nostra pelle, oltre alle nostre ossa. Nei miei sogni vedo un bambino con conchiglie e ossa come sonagli tra le dita, sognando balene volanti, trattenendo il fiato ora come un vecchio corvo, ora come una giovane scimmia. Sta danzando all'abisso il canto del fiore selvatico.

Tell me your version of the story

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!