fbpx

La danza del corpo alchemico

di Damiano Fina

I giorni del cacciatore attorno al fuoco sono ancora nelle nostre cellule. Quando il cielo era colmo di stelle, l'organismo umano era fatto di storie e ritmi attorno al fuoco. Quei giorni sono ancora nelle nostre memorie. Lo studio del corpo mi ha portato a creare una metodologia che studiasse le potenzialità della nostra connessione con gli antenati. Così ho suddiviso il corpo alchemico in quattro corpi, che utilizzo come guida per il mio metodo pedagogico: corpo fisico, corpo emotivo, corpo spirituale, corpo remoto. Il libero gioco di questi quattro corpi nella danza è rappresentato dal corpo alchemico, in grado di unire le distinzioni, le armonie e le disarmonie e di trasformare il tutto in qualcosa di altro e di più grande della somma delle proprie parti. Queste sono le fondamenta del metodo FÜYA, un approccio pedagogico cinestesico che mira a insegnare la nonviolenza tramite lo sviluppo delle qualità arcane dell'organismo umano.

Metodo FÜYA

Per una pedagogia dell'espressione

C’era una volta la danza attorno al fuoco. Gli esseri umani, dopo la caccia, pregavano in questo modo l'universo. Era un rito necessario per quelle creature, che sentivano di dover in qualche modo scontare alla natura un debito, quello di essersi affrancate dalla condizione di prede.

Uccidere attraverso caccia era ancora qualcosa di oscuro, che certamente comportava qualcosa che cessava di essere visibile. Ecco che nasceva il regno dell’invisibile, un luogo pullulante di presenze con cui si dialogava attraverso il rituale. Diventando predatore, l'essere umano si costruiva fauci e artigli con lance e frecce.

Incline alla mimesis (abilità imitativa) del sé e dell’altro da sé, l’essere umano aveva modificato la sua natura in qualcosa di dinamico, in costante trasformazione. L’essere umano era predatore e preda. Ma il fare come se fosse l’altro -umano o animale- gli aveva concesso anche una compartecipazione con ciò che uccideva. Da qui sarebbe nata l'esigenza del rituale. Da qui sarebbe nata la danza.

Su questa riflessione ho scritto un libro, si chiama La danza di Eros e Thanatos e lo puoi ordinare comodamente su Amazon.

Scopri i corsi.

“Forse un giorno smetteremo di chiamare ogni cosa il nome giusto.” DF

Non perderti le novità!

Iscriviti alla Newsletter

Contattami:

Name and Surname (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message (required)

Iscrivimi alla newsletter 🙂


This contact form respects your privacy 100%.